Chirurgia del Reflusso Gastroesofageo e dell’Ernia Iatale

thumb

Chirurgia del Reflusso Gastroesofageo e dell’Ernia Iatale

Malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE): Cos’è?

 

  • E’ una condizione clinica provocata dalla risalita del contenuto gastrico (acido) in esofago e, talvolta, fino alla bocca, causando sintomi e/o complicanze.

 

 

 

 

Malattia da reflusso gastroesofageo: perchè?

 

  • Cattivo funzionamento dello Sfintere Esofageo Inferiore (LES: Low Esophageal Sphincter)
  • Ernia Iatale: migrazione di una parte dello stomaco in torace attraverso un punto di “debolezza” del diaframma (muscolo che divide il torace dall’addome).

 

 

 

 

 

Malattia da reflusso gastroesofageo : come si manifesta?

I sintomi tipici sono:

 

  • Rigurgito (risalita di materiale gastrico verso la gola)
  • Pirosi (bruciore) retrosternale

 

Molto spesso oltre ai sintomi tipici dello stomaco il reflusso può provocare:

 

  • Faringiti
  • Raucedine, tosse
  • Difficoltà a deglutire
  • Infiammazione del cavo orale
  • Dolore toracico simile a quello cardiaco
  • Tachicardia
  • Ipersalivazione

 

Malattia da reflusso gastroesofageo ed ernia iatale: Diagnosi

  • Esofagogastroduodenoscopia (EGDS)
  • RX esofago e stomaco con doppio contrasto

In casi selezionati

  • Manometria
  • ph-metria delle 24h

 

Malattia da reflusso gastroesofageo: Consigli Utili

  • Eliminare il fumo
  • Evitare pasti troppo abbondanti, specie la sera
  • Evitare i cibi acidi (pomodoro, limone), i cibi grassi, il caffè, la menta, il cioccolato
  • Evitare di coricarsi subito dopo aver mangiato
  • Elevare di 10-15 cm la testiera del letto durante il riposo notturno

 

Malattia da reflusso gastroesofageo : TERAPIA FARMACOLOGICA

  • Farmaci antiacidi: neutralizzano chimicamente l’acidità dei succhi gastrici
  • Farmaci inibitori di pompa: bloccano la produzione di acido da parte delle cellule della mucosa dello stomaco

 

Malattia da reflusso gastroesofageo : TERAPIA CHIRURGICA

La chirurgia viene eseguita con tecnica laparoscopica (senza apertura dell’addome). L’intervento, eseguito da chirurghi esperti, è l’unica metodica in grado di assicurare la guarigione della malattia in più del 95% dei casi per tutta la vita.

L’intervento è denominato Fundoplicatio sec. Nissen.

 

  • Scopo: ristabilire il meccanismo di contenzione della barriera antireflusso, impedendo la risalita di acido dallo stomaco all’esofago.
  • Procedura: si confeziona un manicotto ad alta pressione, costituito dalla plicatura del fondo gastrico attorno alla porzione esofagea inferiore

 

 

 

 

Se viene rilevata la presenza di ernia iatale, è possibile eseguire la Iatoplastica. L’intervento consiste in:

 

  • Riduzione dell’ernia iatale: la parte di stomaco migrata in torace viene riportata in addome
  • Ricostruzione dello iato esofageo (eventualmente con l’utilizzo di materiale di rinforzo)

 

 

La iatoplastica può essere praticata nel corso dei diversi interventi di chirurgia dell’obesità:

 

  • Bendaggio gastrico
  • Gastrectomia verticale
  • Bypass gastrico

 

Presso il nostro centro sono disponibili tutte le metodiche sopra descritte.